Il tour di J-Ax & Fedez atteso per l’unica tappa calabrese 

Cresce l’attesa tra i giovani di tutta la regione per l’imminente unica tappa in Calabria del super tour di J-Ax & Fedez del 3 aprile alle ore 21.00 al Palacalafiore di località Pentimele di Reggio Calabria.Uno straordinario allestimento scenico farà da cornice al primo tour insieme dei due big della musica italiana, che segue l’uscita del loro primo album scritto a quattro mani pubblicato a gennaio, “Comunisti col Rolex”, balzato ai primi posti di tutte le classifiche con numeri record e già disco di platino.

Anche il tour si avvia verso nuovi record: dopo il sold out a Torino e Bologna, tutto esaurito anche a Firenze, il 18 marzo a Roma e per ben tre sere consecutive al Mediolanumn Forum di Milano, dal 10 aprile. Il tour si chiuderà il 6 maggio nella splendida cornice dell’Arena di Verona.

Per la tappa di Reggio Calabria sono stati già venduti oltre duemila biglietti. Spettacolare l’insieme di luci, immagini, effetti scenici e finanche pirotecnici, che faranno esplodere di energia, allegria ed entusiasmo anche la più grande struttura al chiuso calabrese, capace di ospitare oltre seimila spettatori.

Una lunga pedana porterà J-Ax e Fedez in mezzo al pubblico, tra parterre e spalti, con alle spalle una piramide di schermi incastonati nel grande palcoscenico a due livelli. In scaletta ben ventinove brani, tra vecchi e nuovi successi.

«Comunisti col Rolex – dice Ax – è un lavoro fatto per prendere per i fondelli quelli che ci odiano da sempre e non mancano di scrivere tutto il male possibile su di noi».  

Come si è già visto nelle prime due date, per oltre dure ore e trenta di concerto, il pubblico è travolto da un’energia contagiosa, fino al delirio collettivo. Una grande festa di musica, con un J-Ax vero animale da palcoscenico e uno scatenato Fedez che impugna la chitarra e si lancia persino sul pubblico all’interno di una enorme palla trasparente, rotolando sugli spettatori in lungo e in largo.

Al MAM inaugurata la mostra collettiva Mater Terra 2 

Con una sobria e partecipata cerimonia è stata inaugurata a Cosenza, negli spazi del Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM), la mostra collettiva Mater Terra 2.
Al vernissage hanno preso parte oltre ai numerosi visitatori anche il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci; il presidente della Fondazione Bilotti, Roberto Bilotti e il presidente dell’Associazione Co.Re.,Armando Rossi.

La serata è stata arricchita dalla performance di danza realizzata da Continuity Fluid Performers con le coreografie di Angela Tiesi.

L’esposizione, organizzata dall’Associazione ACAV, a cura di Marilena Morabito con il coordinamento di Francesco Cisco Minuti, rimarrà aperta al pubblico fino al 10 aprile 2017. 

E’ una straordinaria occasione per poter ammirare le opere, di particolare pregio, dei seguenti artisti: Francesco Cisco Minuti, Diego Minuti, Fiormario Cilvini, Fabrizio Trotta, Claudio Grandinetti, Massimo Maselli, Franco Paternostro, Paolo Ferraina, Franco Ferraina, Giuseppe Celi, Valeriano Trubbiani, Salvatore Pepe, Alfredo Granata, Franco Mulas e Domenico Cordì.

Nell’arco di tempo in cui rimarrà allestita (fino al 10 aprile 2017) Mater Terra 2 saranno programmati eventi correlati alla mostra.

Oliverio incontra il Presidente della Conferenza Episcopale Calabra

Il Presidente della Regione Mario Oliverio ha incontrato ieri sera la Conferenza Episcopale Calabra alla quale ha illustrato i contenuti del Piano di inclusione sociale e di contrasto alla povertà approvato, di recente, dalla Giunta regionale. Nel corso dell’incontro sono stati trattati i problemi della condizione sociale della Calabria ed i programmi definiti dalla Regione attraverso l’utilizzazione delle risorse del Fondo Sociale Europeo. Nella riunione sono stati approfonditi, attraverso numerosi interventi, gli aspetti specifici delle condizioni sociali della regione. Il Presidente Oliverio era accompagnato dal dirigente generale del Dipartimento “Sviluppo economico, lavoro e politiche sociali” Fortunato Varone.