CALÀBBRIA TEATRO FESTIVAL: IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DEI CORTI TEATRALI


Il viaggio nel magico e poetico mondo delle bolle di sapone, ha fatto viaggiare sulle ali della fantasia piccoli ed adulti del Calàbbria Teatro Festival in corso di svolgimento a Castrovillari ed organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli. Lo spettacoloLa Poesia in una bolla di sapone” dell’ Associazione di promozione sociale “Art Patachipi”, ha accompagnato lo spettatore, attraverso la bravura di  Achille Veltri, artista teatrale appassionato del teatro di strada,  trampoli, giocoleria e mimo corporeo, per tutta la durata dello spettacolo, in un alternarsi di momenti fatti di giocoleria, micromagia e tantissime bolle di sapone. Questa sera, sempre al Teatro Sybaris, parte la IV edizione del “Festival dei Corti” che quest’anno diventa internazionale.  In 30 minuti gli attori, a tema libero, cattureranno con tre spettacoli (ogni sera), lo spettatore che diventerà attore principale. Infatti con l’acquisto del biglietto, alla modica cifra di 7 euro, oltre  a godere della performance potrà , attraverso una scheda, votare decretando il vincitore della “giuria popolare”; I°-II° e III° posto  sarà ad appannaggio della “giuria tecnica” composta (Umberto Caraccia, Diletta D’Ascia, Federico Prosperi, Federica Grisolia).

In scena questa sera l’ Onirika del Sud con:”Io non avevo mai deciso di volare”; Testo e regia Pierpaolo Saraceno con Pierpaolo Saraceno, Mariapaola Tedesco e Alessandro Lo Piccolo. Musiche di Concetto Fruciano. Un viaggio infinito di un uomo, che per sbaglio entra in una stanza buia, ma calda, un viaggio oltreoceano attorno a quelle terribili condizioni degli antichi emigranti. A seguire la Ribalta Teatro con “Piscik” di e con Luca Oldani. Uno corto teatrale pensato sulla figura di Simeonov Piscik, personaggio de “Il Giardino dei Ciliegi” di A. Cechov. Il Giardino diventa una cornice dove il personaggio presenta tutta la sua grottesca e malinconica poesia, la sua impotenza verso il mondo che lo circonda, le sue debolezze. Soldi e amore sono gli impulsi che lo guidano costantemente nel più riuscito e umano limbo Cechoviano. A chiudere la prima serata del Festival dei corti, “Decisamente single” dell’ Ass. Cult. Ettore Petrolini, testo e regia Francesco Chianese con Alessandra Bonamonte. Eternamente in attesa del suo grande amore. Arriverà, anche per lei, il gran momento, basta avere pazienza. Natale è alle porte, diciamo quasi, dal momento che siamo ancora a ottobre, giusto il tempo per non farsi trovare impreparati all’evento. Ed è proprio a Natale che Massimo dichiarerà ad ella tutto il suo amore, o così spera la dolce Sara. Se così ? L’esito delle votazioni si avrà sabato 14 ottobre. A seguire degustazione di piatti tipici della tradizione castrovillarese, accompagnata dall’intrattenimento musicale curato dall’associazione culturale “ Kemusica”. (foto Pino Iazzolino )