Il romanzo storico del calabrese Massimiliano Lepera al Tropea Festival 2017


Continua a mietere enormi consensi e successo il romanzo storico del catanzarese Massimiliano Lepera, giovane docente di italiano, latino e greco. “Il cuore e il pugnale. Clemenza di Catanzaro e il Meridione normanno”, edito nel 2016 dalla 13 Lab Edition, dimostrazione pratica dell’enorme passione dello scrittore per la storia e per la propria terra, la Calabria, a cui è fortemente legato, sarà infatti presente martedì prossimo al Tropea Festival, l’importante rassegna nazionale giunta alla VI edizione. Il Festival, fiore all’occhiello della Calabria ormai da parecchi anni, si terrà infatti dal 9 al 14 ottobre presso lo storico Palazzo Gagliardi di Vibo Valentia, dopo l’attento ed estenuante lavoro di direzione artistica di Gilberto Floriani e Maria Teresa Marzano. Martedì alle ore 16 sarà dunque la volta di Lepera, che dopo aver presentato il romanzo in tutta la regione, attende questa nuova e prestigiosa tappa. La sua prima uscita pubblica, presso la Biblioteca De Nobili di Catanzaro, alla presenza dell’associazione storica Mirabilia, ha fatto in modo che da quel momento in poi fosse conosciuta ovunque l’appassionante e rivoluzionaria figura di Clemenza di Loritello, contessa di Catanzaro nell’XI secolo, periodo nel quale il romanzo di Lepera è ambientato, nel mezzo del dominio normanno in tutto il sud Italia. Una donna, come raramente accade, si configura come protagonista non solo di un’opera, ma soprattutto di un periodo storico ricco di tensioni, delitti, intrighi, guerre e sotterfugi, qual è il Medioevo. Dopo numerosi consensi in tutta la regione, oltre alla diffusione del libro in scuole dislocate nell’intero territorio nazionale, come in Sicilia, Molise, Marche, Veneto e Toscana, il libro è approdato anche su Rai 3, recensito nel corso della rubrica “Cibo per la mente” da parte della giornalista Livia Blasi. Poi ha ricevuto la prestigiosa recensione su La Repubblica, sezione scuola, in seguito alla presentazione nell’anteprima degli incontri inerenti al Progetto Gutenberg XV presso il Liceo Classico “P. Galluppi” di Catanzaro, presieduto dalla prof.ssa Elena De Filippis. Una serie di soddisfazioni, insomma, che hanno portato il giovane docente e scrittore ad essere futuro protagonista di nuove tappe e, magari, contribuente nel suo piccolo a nuovi spunti per la conoscenza più approfondita della storia nostrana.