DNA 18/09/2017

Sono solo le città di Crotone e Cosenza, per la Calabria, ad aver partecipato all’edizione 2017 della Settimana Europea della Mobilità, che è iniziata il 16 settembre scorso e si concluderà il prossimo 22. L’iniziativa patrocinata dall’Unione Europea incoraggia i Comuni europei a introdurre e promuovere misure di trasporto sostenibile e invitare i cittadini a sperimentare alternative all’uso dell’auto.

Dal suo esordio nel 2002, l’impatto della Settimana Europea della Mobilità è cresciuto costantemente, in tutta Europa come nel mondo. Nel 2016 la campagna ha battuto il record di partecipazione: 2 427 città di 51 Paesi hanno organizzato attività nel corso della settimana.

Oltre la metà delle città partecipanti ha attuato misure permanenti, per un totale di 7 386, concentrandosi principalmente su gestione della mobilità, accessibilità e infrastrutture ciclabili nuove o più efficienti.

La settimana culmina con la «Giornata senza auto», in occasione della quale le città partecipanti destinano per un intero giorno una o più aree alla circolazione esclusiva di pedoni, ciclisti e trasporto urbano. Nel 2016 hanno organizzato una «Giornata senza auto» 953 città.

La città di Cosenza, nel dettaglio, ha partecipato dedicando una giornata alla chiusura al traffico di Piazza dei Bruzi, nei pressi del Municipio. Crotone, invece, ha aderito alla Settimana Europea della Mobilità sia con la chiusura al traffico di vie cittadine per una giornata, e sia con iniziative di sensibilizzazione nonché misure strutturali di incentivo alla mobilità sostenibile.