A Catanzaro la solidarietà passa dal Punto Rotary e Alma Mater


Venerdì 28 settembre prossimo, a partire dalle ore 9:30, nella sede del Rotary Club di Catanzaro, in Via Bambinello Gesù a Catanzaro, alla presenza del Governatore del Distretto 2100 del Rotary, Ing. Salvatore Iovieno, il presidente del Rotary Club di Catanzaro, Avv. Maria Francesca Cosco, darà il via alla nuova operatività dei progetti Alma Mater e Punto Rotary, dedicati all’ospitalità gratuita a quanti, perché distanti dalle proprie residenze, sono a Catanzaro per seguire cure ospedaliere, come le terapie oncologiche o pediatriche, o hanno bisogno di visite specialistiche ma sono poco abbienti.

Non sempre, infatti, è facile, mentre si ricevono adeguate cure mediche per i propri familiari in strutture ospedaliere fuori dalla propria città, continuare a vivere la quotidianità senza sentirsi sradicati, anche per pochi giorni, dal proprio habitat familiare e cittadino. E spesso, chi accompagna i degenti in queste trasferte mediche, è colui che psicologicamente sente con maggiore pressione il distacco da casa.  Senza dimenticare i costi economici che bisogna sopportare per vivere in un’altra città, dal vitto all’alloggio o, quando la degenza è più lunga, alle esigenze primarie personali, come avere cambi di abbigliamento sempre puliti e stirati.

A presentare i dettagli del progetto, nonché le novità organizzative, ci sarà il dott. Luigi Noto, presidente della Fondazione Rotary Club Catanzaro, che mette a disposizione la struttura in cui è localizzata Alma Mater, cinque monolocali, ciascuno dei quali dotato di angolo cottura, servizi, salottino, posti letto, la cui gestione è stata affidata alla fondazione Città Solidale nella persona del presidente padre Piero Puglisi

Nel Punto Rotary,  invece, sono stati attrezzati due ambulatori dotati di moderne attrezzature per garantire visite specialistiche fornite da medici volontari in Cardiologia, Chirurgia Generale, Dermatologia, Gastroenterologia, Geriatria, Ginecologia, Medicina Generale, Neurologia, Oculistica, Odontoiatria, Ortopedia, Otorino, Patologia Vascolare, Pediatria, Terapia Antalgica e Urologia. Presso il Punto Rotary i medici volontari già presenti, saranno affiancati dai medici del corpo sanitario militare dell’Ordine di Malta, il cui comandante regionale è il ten. col. Dr. Marco Scicchitano.